Organetto Diatonico

La fisarmonica diatonica (erroneamente detta 'organetto') è uno strumento a mantice. Può essere definita il padre della fisarmonica a bottoni, essendole precedente. È fornita di bottoni e suona contemporaneamente melodia e accompagnamento. Diversamennte dall'Organetto Diatonico, oltre alla gestione dei normali 18 Bassi, ha la possibilit√† di utilizzare alla mano sinistra, Bassi sciolti, in modo da poter creare quasi qualsiasi tipo di accordo. In questo modo, il suo utilizzo non √® relegato solamente all'ambiente Folk, ma pu√≤ spaziare in generi musicali diversificati (Musica Antica, Blues ...). Come l'Organetto diatonico, i tasti della mano destra, generano note differenti a seconda del verso di apertura del mantice. In questo modo, a differenza della Fisarmonica, la minore estensione musicale, viene compensata dalla doppia tastiera (una con l'apertura del mantice, l'altra con la relativa chiusura).

Ghironda

La ghironda è di origine medievale. Nella seconda metà del XVII secolo lo strumento appare nella corte francese nell'ambito della "moda" pastorale dell'aristocrazia di quegli anni; l'opera del liutaio Henri Bâ ton, che nei primi anni del secolo successivo sviluppa la ghironda nella sua forma "moderna", permette inoltre l'inserimento della vielle à roue' tra gli strumenti da musica da camera. Alla base del funzionamento dello strumento c'#232; una ruota di legno, coperta di pece e azionata da una manovella, che sfrega le varie corde: i cantini, i bordoni e la trompette. I cantini, solitamente due posti nella parte centrale dello strumento, sono controllati da una tastiera cromatica e realizzano la melodia. I bordoni, posti vicino al piano armonico, producono un suono continuo: di solito la tonica ma a volte si usa la dominante. La corda della trompette, poggiando su un ponticello mobile detto anche « chien» (cane), produce invece un caratteristico suono ronzante. Tramite la complessa tecnica dei colpi di manovella, che sollecitano la corda della trompette, è possibile realizzare delle formule di accompagnamento ritmico (colpi di due, di tre o di quattro, regolari o irregolari).

Zampogna

La zampogna è un aerofono a sacco dotato da 4-5 canne che vengono inserite in un ceppo dove viene legata l'otre. Solo 2 canne sono strumento di canto mentre le altre fanno da bordone (suonano una nota fissa). Le canne terminano con delle ance che possono essere singole o doppie, tradizionalmente realizzati in canna (recentemente anche in plastica). La sacca di accumulo dell'aria (otre) è realizzata con una intera pelle di capra o di pecora (utricolo) (oggi anche da altri materiali o da una camera d'aria di gomma), nella quale il suonatore immette aria attraverso un insufflatore (cannetta o soffietto) che mette in vibrazione le ance innestate sulle canne melodiche: sempre due, quella destra per la melodia, quella sinistra per l'accompagnamento e nei bordoni detti basso e scantillo.


© All Rights Reserved.
Designed by Paolo ANGELA